Gabriella Maino. Passo dopo passo

Palazzo Montani Leoni è divenuto ormai da alcuni anni nel pensiero collettivo il luogo in cui “si fa arte e cultura” a Terni, dove è possibile incontrare stili ed espressioni artistiche nei differenti campi della musica, della letteratura, della pittura e della fotografia.

L’edificio, risalente al XVI secolo, sede della Fondazione Carit da oltre venti anni, ha aperto le sue porte al pubblico per vari eventi, che si susseguono durante tutto l’arco dell’anno: dalla presentazione di saggi storici; alle rappresentazioni musicali, come i “concerti del sabato” organizzati in collaborazione con l’Istituto musicale Briccialdi; alle numerose mostre di arte antica, moderna e contemporanea, in cui vengono esposte opere di artisti locali, italiani ed europei.

Un’attenzione particolare è stata rivolta dalla Fondazione agli artisti contemporanei del territorio nella convinzione che la loro professionalità, riconosciuta e apprezzata, possa costituire un merito per la nostra terra da far conoscere, valorizzare e divulgare più ampiamente.

È per tale motivo che la Fondazione Carit, nello svolgimento della propria attività istituzionale, ha inteso realizzare la personale di Gabriella Maino, artista di adozione ternana, dotata di un particolare garbo e di una grande sensibilità. “Passo dopo passo” Gabriella Maino ha perfezionato e raffinato la sua pittura, partecipando a master e a concorsi nazionali e internazionali, frequentando gli studi di importanti artisti con i quali ha saputo relazionarsi, maturando una costante e maggiore consapevolezza del suo dipingere.

Con un approccio discreto e riservato, quasi in punta di piedi, la Maino ha oggi raggiunto una collezione di tutto riguardo. Il critico d’arte Paolo Cicchini e Maurella Eleonori, curatori della mostra, hanno selezionato per la rassegna a palazzo Montani Leoni quarantatré delle sue opere. Scrive dell’artista Paolo Cicchini: «Gabriella Maino è pittrice di ampi spazi, case di periferia strette tra una cornice di cielo e specchi d’acqua sui quali si riflettono mura segnate nell’intonaco da vapori di secoli; gabbiani che volano liberi nell’aria verso difficili approdi, scorci di case antiche con le finestre ad arco e stradine che si inerpicano dentro a vicoli che rimandano echi di nostalgia per un lontanissimo passato. Gabriella Maino si avvale nelle sua opere di un sapiente impianto disegnativo, stemperato da una luce di evocazione impressionista calata dalla sensibilità dell’artista su un universo di immagini che paiono uscite dalla lampada magica di un nostalgico Aladino».

Attraverso immagini di borghi e città, strade e vicoli, case e scene di quotidianità, volti e personaggi, tratteggiati con veridicità fotografica e con tecnica pittorica contemporanea, si comprende e si apprezza appieno il lungo e ricercato percorso artistico di Gabriella Maino.

Inaugurazione giovedì 10 dicembre 2015, ore 17,00.

La mostra rimarrà aperta fino al 10 gennaio 2016 tutti i venerdì, sabato e domenica con orario 11.00-13.00/17.00-19.00.

Archivio

Pagine

ALTRE NOTIZIE

11 Marzo 2020

Rinvio cerimonia di premiazione in favore di diplomati, laureati e lavoratori anziani a riposo

Si informa che, a seguito del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, la Fondazione "Ternana Opera Educatrice" ha dovuto rinviare a dopo il 3 april...

09 Marzo 2020

Sospensione aperture al pubblico degli uffici

Si informa che, a seguito del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020, questa Fondazione sospende tutte le aperture al pubblico dei propri uffici. ...

07 Febbraio 2020

Al via la seconda edizione di Terre di San Valentino Festival

Dal 13 al 16 febbraio mostra del cioccolato, videoproiezioni, spettacoli, villaggio del gusto, musica e laboratori   Novantamila le presenze registrate lo scorso ...

07 Febbraio 2020

Grande successo per la mostra “Immaginaria. Logiche d’arte in italia dal 1949”

“Immaginaria. Logiche d’arte in Italia dal 1949” – Terni, palazzo Montani Leoni Dal 7 febbraio al 1° marzo 2020 apertura straordinaria della mostra dalle 10,00 alle 19,30, ogni...

19 Dicembre 2019

“Immaginaria. Logiche d’arte in Italia dal 1949”
20 dicembre 2019 - 1 marzo 2020
ven.sab. dom. 10-19:30

“Immaginaria. Logiche d’arte in Italia dal 1949”, a cura di Bruno Corà, propone una riflessione sulle esperienze artistiche di maggiore incisività avvenute in Italia dall’immedi...

18 Dicembre 2019

Chiusura Uffici

Gli uffici della Fondazione Carit resteranno chiusi dal 24 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020.

  • Associazioni di Fondazioni e di Casse di Risparmio
  • Plenaristi